Archivio

CONSIGLIO DIRETTIVO 2013

VERBALE DELL’ASSEMBLEA ORDINARIA DEL DIRETTIVO HARAMBEE IN DATA
14 dicembre 2013
In data 14 dicembre 2013 alle ore 15,00 si è riunito in seconda convocazione presso la sede dell’Associazione sita al primo piano del condominio San Giovanni in Barge, Viale Mazzini, 22 ,
il Direttivo di Harambée per discutere e deliberare sui seguenti argomenti all’odg:
ORDINE DEL GIORNO
– Lettura verbale della seduta precedente
– Relazione del Presidente sull’andamento dell’Associazione
– Relazione del Segretario
– Presa di atto delle dimissioni di Casalis Giovanni
– Surroga con l’ultimo eletto
– Varie ed eventuali

Sono presenti:
Ramasco Piergiovanni
Aimar Domenico
Aimar Giovanni
Di Grazia Donata
Jourdan Bruno
Beghin Gachuhi Maria in collegamento Skype da Padova
L’Assemblea chiama a fungere da Presidente la Signora Di Grazia Donata e da Segretario il Signor Jourdan Bruno.
Il Presidente accertata sia la regolarità della convocazione, che la presenza del numero legale dei componenti il Direttivo, dichiara aperta la seduta.
1)Lettura ed approvazione del verbale della seduta precedente
Il Presidente chiede di dar lettura del verbale della seduta precedente, i presenti danno per letta ed all’unanimità approvano.

2)Relazione del Presidente sull’andamento dell’Associazione
Il Presidente dell’Associazione legge la sua relazione, che viene allegata al presente verbale. All’unanimità dei presenti viene discussa ed approvata.

3)Relazione del Segretario
Prende la parola Domenico Aimar e fa una breve premessa sull’andamento della raccolta fondi in Italia che è sempre più difficile, nonostante l’impegno di Donata e di Lucia. Fa poi una breve osservazione sul comportamento di Giovanni Casalis, di cui non si è compreso il suo gesto.
Non entra in polemica, critica comunque l’azione di disturbo ed il comportamento irresponsabile praticato con i dipendenti di Harambée Kenya e della gestione dei progetti.
Dopo questa breve premessa passa ad illustrare le attività svolte da Harambèe Together for Development Organization NGO nell’anno 2013 dividendole per argomenti
a)Coniglicoltura
Purtroppo questo progetto, pur essendo molto apprezzato dai visitatori e pur avendo una grande richiesta di capi per uno sviluppo tra privati e gruppi, è stato abbandonato per l’incuria e la gestione impostata dal Casalis, con la modifica delle gabbie e la non registrazione delle fattrici. Progetto che dovrà essere ripreso con la schedatura ed il controllo delle nascite.
b)Apicoltura
Il progetto Apicoltura sta cominciando a dare buoni risultati, in luglio sono stati smielati venticinque Kilogrammi di ottimo miele.
L’apiario di Nyarigino, insieme al Gruppo Mwenya, conta circa 16 arnie piene, di cui circa dieci di Harambèe e sei del Gruppo.
In settembre abbiamo avuto la visita della FAO in Kenya per sensibilizzare gruppi e scuole sull’importanza dell’impollinazione.
Presso la sede di Harambèe si è tenuto un corso di apicoltura a cui hanno partecipato tredici persone, di cui quattro studenti universitari. Il corso è stato tenuto da Padre Orazio Mazzucchi della Consolata.
Nel laboratorio di falegnameria abbiamo progettato un’arnia TOP BAR KENYA inserendo i telaini. Sono stati costruiti tre esemplari per la sperimentazione ; uno portato nell’apiario di Nyarigino, uno lasciato nel Centro ed uno a disposizione dei visitatori
c)Orto Sperimentale
Dopo circa un anno di decadenza per incuria, l’orto ha ripreso le sue funzioni di sperimentazione e si spera dei visitatori.
– è stata sperimentata la camomilla dando buoni risultati, ma non appagante per il basso prezzo di vendita del prodotto;
– con Padre Kisito abbiamo fatto geminare una trentina di piante di “moringa” che andremo a piantare in alcune scuole, a Nyarigino e presso la prigione di Nanyuki;
– gli asparagi stanno dando una buona produzione e si è quindi potuto passare dalla sperimentazione alla coltivazione iniziata con la “Nyarigino Secondary School”, abbiamo richieste per una produzione di 10/15 Kg alla settimana;
– la fragola ormai è una realtà sperimentata, sia come frutto che trasformata; da Nairobi ci richiedono marmellata. Stiamo iniziando con privati e gruppi a fare delle coltivazioni, ci vuole tempo ma sicuramente ha un futuro;
– uva, è veramente un prodotto molto richiesto sul mercato di Nanyuki , la sperimentazione ha dato buoni frutti, stiamo preparando talee ed insegnando a piantare viti. Il problema è degli uccelli che mangiano il frutto non ancora maturo;
– carciofi. Stiamo sperimentando anche la coltivazione dei carciofi, di cui ci sarebbe il mercato;
– insalata, abbiamo una buona richiesta , la vendiamo a 30 kshs la testa, con una media settimanale di 18 pezzi
L’orto ci dà molte soddisfazioni in quanto i visitatori sono interessati a queste nuove coltivazioni
d)Falegnameria – Fabbro – Muratori
La falegnameria è quella più impegnata, in quanto continuiamo a costruire arnie per le api e gabbie per conigli. I maggiori richiedenti vengono dalla capitale e vogliono le gabbie per conigli, mentre per le arnie i clienti sono gruppi auto-costituiti in Nanyuki.
I lavori da fabbro sono la costruzione di stampi per blocchi in cemento e per pali. Sono anche richieste altre cose quali tavoli e sedie che noi non riusciamo a fare.
Con i muratori costruiamo blocchi e pali, ma anche forni. Quest’anno trascorso abbiamo costruito due forni per pizza e pane, uno a Nairobi per Padre Kisito ed uno a Nanyuki per una pizzeria privata
e)Varie
– E’ stata preparata una signora per fare la pizza, che ha trovato subito impiego con uno stipendio molto alto;
– abbiamo sperimentato il gelato, il prosciutto e le salsicce, che potrebbero essere un altro modo per preparare una scuola alberghiera. Purtroppo mancano i soldi per poter fare tutte queste cose;
– abbiamo richieste di progettazioni da parte di privati per caminetti, case e ville. Anche qui non riusciamo ad evadere quanto ci chiedono ;
– abbiamo richieste di muratori qualificati che non si trovano sul mercato di Nanyuki, questi arrivano da Nairobi o Mombasa
– abbiamo richieste di fabbri per fare cose diverse dalle normali porte e cancellate
Dovremo fare una fucina per sfornare architetti , muratori, fabbri ed elettricisti; purtroppo mancano i soldi.
Come avete sentito molte sarebbero le cose da fare. Per soddisfare tutte queste esigenze dovremo fare una scuola dei mestieri, ma per realizzarla mancano sempre i soldi.
f)Previsioni per l’anno 2014
– A gennaio partirà la scuola dei muratori, abbiamo già avuto le autorizzazioni dalle competenti autorità locali;
– continueremo gli altri progetti di cunicoltura, apicoltura, orto sperimentale e la falegnameria
Con il nuovo Direttivo, formato da più persone locali, si spera di implementare le risorse sia umane che finanziarie.
Questa è una speranza non una certezza.
I presenti approvano la relazione

4)Presa atto delle dimissione di Giovanni Casalis
Il Direttivo accetta le dimissioni con la clausola che la porta è sempre aperta qualora volesse ritornare sui propri passi.

5)Surroga dell’ultimo eletto
Il segretario dovrà sentire nell’ordine di elezione chi vorrà subentrare al dimissionario Casalis. A seguito di questo si dovrà rimpiazzare il ruolo di “Vicepresidente “ ricoperto da Casalis Giovanni.

6)Varie
Bruno Jourdan e Giovanni Aimar lamentano che le riunioni del Direttivo non riescono sempre ad evadere tutti gli argomenti e le discussioni. Sarebbe auspicabile fare più Direttivi durante l’anno per approfondire le varie attività intraprese e da intraprendere.
Giovanni Aimar chiede anche perché non si facciano più i pranzi sociali per raccogliere fondi.
Tutti auspicano che il prossimo anno possa dare migliori prospettive
.
Per motivi di tempo e di impegno dei componenti, il Presidente chiude i lavori alle ore 18,30.

CONSIGLIO DIRETTIVO 2013

VERBALE DELL’ASSEMBLEA ORDINARIA DEL DIRETTIVO HARAMBEE IN DATA
07 giugno 2013
In data 07 giugno 2013 alle ore 20,30 si è riunita in seconda convocazione presso la sede dell’Associazione sita al primo piano del condominio San Giovanni in Barge, Viale Mazzini, 22 , l’Assemblea Ordinaria del Direttivo di Harambée per discutere e deliberare sui seguenti argomenti all’odg:
ORDINE DEL GIORNO
– Lettura verbale della seduta precedente
– Predisposizione bilancio consuntivo al 31/12/2012
– Relazione sull’andamento progetti “Harambée Kenya”
– Costi dell’Associazione
– Giornalino uscita n° 8
– Brochure per “Harambèe Kenya”
– Varie ed eventuali

Sono presenti:
Ramasco Piergiovanni
Aimar Domenico
Aimar Giovanni
Di Grazia Donata
Casalis Giovani
Jourdan Bruno
L’Assemblea chiama a fungere da Presidente la Signora Di Grazia Donata e da Segretario il Signor Aimar Giovanni
Il Presidente accertata sia la regolarità della convocazione, che la presenza del numero legale dei componenti il Direttivo, dichiara aperta la seduta.

1)Lettura ed approvazione del verbale della seduta precedente
Il Signor Ramasco Piergiovanni dà lettura del verbale della seduta precedente nella sua integralità, che all’unanimità viene approvato per alzata di mano.
In merito alla delibera del Direttivo in data 2 febbraio 2013, per la nomina di un rappresentante del Comune, il Sindaco ha risposto che è controproducente per l’Associazione, per eventuali future collaborazioni (si allega la lettera del Sindaco)
Il Presidente contatterà il Sindaco per la nomina di un altro componente (quale Pro-Loco o Biblioteca)
Di Grazia Donata vorrebbe aprire al pubblico il magazzino dell’usato una o due volte al mese; Ramasco verificherà presso la S. Vincenzo e poi si procederà con la richiesta delle relative autorizzazioni.
In merito all’educazione allo sviluppo (Lezione fatta nelle scuole di Carmagnola a marzo 2013) non abbiamo più avuto alcuna notizia
Domenico e Piergiovanni si sono impegnati a contattare la scuola e il Comune.

2)Predisposizione Bilancio consuntivo al 31/12/2012
Secondo loStatuto entro il mese di aprile il Direttivo si sarebbe dovuto riunire per la predisposizione del Bilancio consuntivo. Si è proceduto alla stesura ma per motivi contingenti il Direttivo non si è riunito.
I presenti approvano il differimento ad oggi e danno mandato allo Studio Broardo di fare la stesura che dovrà essere approvato dall’Assemblea entro il mese di giugno c.a.

3)Relazione sull’andamento progetti “Harambée Kenya
Prende la parola Giovanni Casalis che illustra i lavori fatti nel periodo di sua permanenza, in particolare i lavori fatti con le scuole e con progetti di cucito da parte dei volontari Eliana, Aldo e Giampaola .
E’ stato un programma molto apprezzato dai locali e che verrà ripetuto con il ritorno di Giampaola nel mese di settembre.
Domenico ha poi illustrato i lavori del work shop, arnie per Francis Riwa, muri in pietra per Hezron, costruzione di due forni ed incontri con i vari gruppi venuti da Meru, Nyeri e Laikipia.
Le due novità importanti sono state:
a)La Fiera di Nanyuki (3 giorni) dove Harambèe ha esposto in uno stand le gabbie dei conigli e conigli, l’arnia completa, pali e blocchi in cemento. E’ stato un grande successo per l’afflusso di visitatori e di scuole.
b)La visita del Direttivo di “MERU ERB’S” per dare corso al progetto “Camomilla” in Nyarigino con il Gruppo “Mwenya”
Con questo gruppo si dovrà provare a piantare la camomilla, alcuni semi sono stati seminati nel semenzaio di Harambèe in Nanyuki per poi essere trapiantati in siti preparati
Il Direttivo ha approvato quanto fatto, criticando i troppi progetti in corso senza la copertura finanziaria e senza il personale adeguato.
Domenico ha invece illustrato le necessità di continuare su fronti diversi per dimostrare che Harambèe è sul territorio e che lavora per lo sviluppo di quel popolo.
Per la copertura finanziaria dovremo produrre manufatti per terzi e continuare con la pizza.
Solo in quel modo si potranno finanziare i lavori sui vari progetti.

4)Costi dell’Associazione
I costi dell’Associazione Harambèe Italia sono troppo elevati e sono dati dalle seguenti voci di spesa mensile:

– Affitto dell’ufficio € 250,00
– Affitto magazzino € 100,00
– Telefono + canone ADSL € 50,00
– Cellulare ufficio € 10,00
– Riscaldamento ufficio € 125,00
– Spese condominiali € 30,00
– Enel magazzino € 30,00
– Enel ufficio € 40,00
– Assicurazione furgone € 55,00
– Manutenzione fotocopiatrice € 13,00
– Bollo furgone € 5,00
– Polizza assicurativa soci
– RC + Infortuni € 10,00
– Tassa rifiuti € 5,00
– Studio commercialista € 120,00
€ 848,00 / mese

Queste spese non sono più sostenibili, si dovrà quindi, entro l’anno, provvedere a :
a)cercare una soluzione per l’ufficio, eventualmente sub-affittare in parte i locali, in alternativa spostare l’ufficio nel magazzino
b)ridurre le altre spese dove possibile

5)Giornalino Uscita n° 8
All’unanimità si è deciso di far uscire il giornalino senza precisa scadenza: Domenico,Piergiovanni, Casalis e Giovanni Aimar si sono impegnati, ciascuno per propria competenza a scrivere un articolo
L’idea è di informare i lettori senza annoiare ed in particolare uscire con il progetto Apicoltura.

6)Brochure per “Harambèe Kenya”
Domenico fa presente che la brochure in inglese per Harambèe Kenya sono ultimate e che la gente locale la chiede. Domenico e Giovanni Casalis si sono impegnati di trovarsi per scrivere una brochure semplice e di effetto.

7)Varie ed eventuali
Questo punto è stato riempito da varie iniziative che dovranno essere più approfondite in successive riunioni
a)iscrizione di Harambée Kenya presso il Ministero dello Youth Affair per la registrazione of “PRIVATE YOUTH POLYTECNICS” per i seguenti lavori.
– welding
– masonery
– carpentery
– agribusines
b)costruzione dei locali per una pizzeria, ristorante, macellazione del coniglio e salumeria da insediare nell’interno una “SOCIAL BUSINNES ENTERPRISE” (vedere GRAMEEN DANONE in Bangladesh) per finanziare i progetti di Harambèe Kenya
c)inviare in Kenya una piegatubi per la costruzione delle centine per serre
d)aumentare il numero dei componenti il Direttivo di Harambèe Kenya, passando dagli attuali tre a sei, per questi nomi si sarebbero individuati i seguenti personaggi:
dall’Italia: Jourdan Bruno che dovrà inoltrare domanda
dal Kenya Lydia Nguta e Hezron Kinya che dovranno inoltrare domanda
Si fa presente che gli incarichi sono a titolo gratuito
e)si chiede a Giovanni Aimar di fare un resoconto delle attività di “Harambèe Perù”
f)si fa presente che Bruno Jourdan sta lavorando con l’Università di Agraria di Torino, per lo studio di stufe a basso consumo energetico e essiccatore solare per frutta e verdura.

Non avendo altri argomenti da trattare, il Presidente ha dichiarato chiusi i lavori alle ore 00,30 del giorno 08 giugno 2013.

CONSIGLIO DIRETTIV0 2013

VERBALE DELL’ASSEMBLEA ORDINARIA DEL DIRETTIVO HARAMBEE IN DATA
02 febbraio 2013
In data 02 febbraio 2013 alle ore 15,00 , si è riunita in seconda convocazione presso la sede dell’Associazione sita al primo piano del condominio San Giovanni in Barge, Viale Mazzini, 22 , l’Assemblea Ordinaria del Direttivo di Harambée per discutere e deliberare sui seguenti argomenti all’odg:
ORDINE DEL GIORNO
– Lettura verbale della seduta precedente
– Programma lavori e Progetti per l’anno in corso
– Raccolta fondi
– Informazioni dei Progetti Kenya
– Varie ed eventuali

Sono presenti:
Ramasco Piergiovanni
Aimar Domenico
Aimar Giovanni
Di Grazia Donata
Beghin Gachuhi Maria (in collegamento Skype da Padova )
Jourdan Bruno per delega ad Aimar Domenico
L’Assemblea chiama a fungere da Presidente il Signor Ramasco Piergiovanni e da Segretario il signor Aimar Domenico.
Il Presidente accertata sia la regolarità della convocazione, che la presenza del numero legale dei componenti il Direttivo, dichiara aperta la seduta.
1)Lettura ed approvazione del verbale della seduta precedente
Il Presidente dà lettura del verbale della seduta precedente nella sua integralità, che all’unanimità viene approvato per alzata di mano
2)Programma lavori e Progetti per l’anno in corso
Prende la parola il Presidente per ribadire che la grave crisi che attanaglia l’Italia, purtroppo si ripercuote anche sulle Associazioni di volontariato. I progetti dovranno essere ridotti al minimo sulla base delle risorse disponibili. Prende poi la parola il segretario che illustra quali sono i progetti in corso che non possono essere sospesi, semmai ridotti sulla base della raccolta fondi.

In Italia
a.Educazione allo sviluppo presso le scuole elementari di Carmagnola .
Nel mese di febbraio ed inizio di marzo, Harambèe terrà lezioni nelle scuole elementari di
Carmagnola. Si sono impegnati Monica Bresadola, Domenico Aimar e Piergiovanni
Ramasco

b.Mercatini per Found Raising
Di Grazia Donata si è presa l’impegno di fare tutti i mercatini possibili, purchè coadiuvata
da un’altra persona per la guida del furgone e per aiutarla nel mercato

c.Probabile apertura di una sede staccata di Harambée a Padova
Maria Beghin verificherà la fattibilità e la disponibilità delle persone vicine ad Harambée,
poi riferirà al Direttivo

d.Progetto stufe ad energia rinnovabile
Bruno Jourdan e Domenico Aimar, con la collaborazione dell’ANFUS di Brescia,
stanno studiando la realizzazione di due differenti tipi di stufe a legna, a basso consumo
energetico, mediante prototipi da potersi costruire nei paesi di utilizzo

e.Giornalino Harambée Informa
Il Presidente è stato deluso ed amareggiato per non aver prodotto questo strumento
informativo prima di Natale. E’ stato quindi riproposto per la sua pubblicazione entro i primi
giorni del mese di marzo. All’unanimità è stato approvato e ognuno si impegna a scrivere gli
articoli.

IN KENYA
Si continua con i progetti in corso, vale a dire:
– Cunicoltura
– Apicoltura
– Orto sperimentale
– Falegnameria
– Scuola muratori
– Piccoli progetti di cucina, cucito ed educazione alimentare

Il Progetto di Mutirithia dovrà essere rinforzato e continuato in quanto è un progetto voluto da
tutti, in particolare dagli amici di Padova

Progetto Scuola Muratori di Nyariginu
L’Arch. Maria Beghin con gli amici di Bioarchitettura di Padova, vale a dire l’Arch. Marco Tommasin, Arch. Roberto Righetto e l’ Ing. Patrizia Smedile. Daranno il via al progetto della Scuola dei Muratori per Nyariginu e vedranno di trovare anche il denaro per l’acquisizione dei materiali. Anche Barge dovrà impegnare le sue forze per raccogliere fondi a questo progetto.

Scuola di Cucito, maglia, cucina ed alimentazione
Giovanni Casalis sta seguendo questi progetti in Kenya con i volontari che sono stati a Nanyuki nei mesi di gennaio e febbraio.
I costi di questi corsi sono molto ridotti ed hanno un buon impatto sulla popolazione locale. Sulla base delle prime esperienze dovranno essere articolati e ben definiti i programmi futuri per un buon risultato

Progetto di collaborazione con Padre Kisito Cesana di Nairobi
E’ partito questo progetto di collaborazione tecnica con Shalom House di Padre Kisito in Nairobi . Due ragazzi sono venuti nella sede di Harambée per imparare a costruire i pali di cemento per recinzione, è partito anche l’allevamento di conigli con la consegna di due gabbie per conigli da ingrasso e di quattro gabbie per fattrici.

3)Raccolta Fondi
Il Presidente ed il segretario fanno presente le difficoltà per il finanziamento dei costi generali e dei progetti in corso. La crisi che morde e le sempre più scarse finanze degli enti fanno sì che gli unici proventi siano i mercatini, dove anche questi sono sempre meno profiqui. Domenico ha chiesto a tutti quelli del Direttivo di adoperarsi a chiedere agli amici, parenti e conoscenti un aiuto come contributo all’ Associazione.
Se ognuno di noi crede nell’Associazione, sicuramente è in grado di convincere altri a collaborare,.
Si potrebbe contattare ristoranti amici per dei pranzi o cene solidali, dove un piccolo contributo potrebbe essere donato ad Harambée.

4)Informazioni sui Progetti in Kenya
E’ stato ampiamente illustrato al punto 2 e si è quindi sorvolati passando al punto successivo.

5)Varie ed eventuali
– Giovanni Aimar ha chiesto di poter avere copia dei disegni per la costruzione della pressa per mattoni in terra cruda, da portare in Perù.
– Il Presidente ha proposto di nominare un rappresentante dell’Amministrazione Comunale di Barge nel Direttivo di Harambée e si è dato mandato al Presidente per la stesura della relativa delibera proposta. All’unanimità è stata approvata la proposta.

Non avendo altri argomenti da trattare, il Presidente da dichiarato chiusi i lavori alle ore 18,00